di Fabrizio Costa

Origine: Italia 2019-12-14

Produzione: Pepito Produzioni, Rai Fiction

Regia: Fabrizio Costa

Episodio: Basta un paio di Baffi

Cast:  Antonia Liskova, Sergio Assisi, Marco Bonini, Euridice Axen, Teresa Saponangelo, Michele De Virgilio, Jun Ichikawa, Claudia Lerro, Francesco Zecca

Durata 105’

Messa in onda: Rai1 2 gennaio 2019

Fin da bambina Sara ha un sogno: diventare una chef e rilevare un ristorante tutto suo. A trasmetterle la passione per la cucina è stata la madre che le ha insegnato i trucchi del mestiere. Divenuta una donna, Sara si divide tra lavoretti in sgradevoli ristoranti e una relazione insoddisfacente con Alberto, scrittore improvvisato che non perde occasione per farla sentire inadeguata. Demotivata, si rifugia a casa del migliore amico gay Sergio e nel giorno del suo compleanno si ritrova a cenare da Chez Piero, rinomato ristorante dove lavora Giada Del Re, chef stimata e molto amata da Sara. In quell’occasione Sara fa la conoscenza di Luca e Paola, proprietari del ristorante e scopre che Giada è andata via, lasciando libero il posto da chef. Sergio suggerisce a Sara di farsi avanti, ma Luca chiarisce di preferire un uomo. Sergio ha così una brillante idea: trasformare Sara in un uomo. Tagliati i capelli e appiccicati sul viso un paio di baffi Sara diventa Andrea Sarpi, supera il provino e ottiene il lavoro. Ma i primi giorni sono faticosi, soprattutto perché le aiuto chef, Flavia e Achico, le mettono i bastoni tra le ruote, boicottando ogni portata e suscitando il nervosismo di Luca che vorrebbe persino licenziarlo. Paola, al contrario, lo trova interessante, comincia ad affezionarsi a lui e convince suo fratello Luca a portarlo con sé agli eventi. I due iniziano così a trascorrere molto tempo insieme, il loro rapporto si fa sempre più intimo e lo scenario sempre più imbarazzante, soprattutto per Sara che scopre dettagli intimi della vita di Luca e condivide insieme a lui momenti pensati per soli uomini.

Sara scopre persino che Luca e Giada avevano una relazione e che la donna lo ha lasciato all’altare, preferendogli la carriera da chef in un prestigioso hotel a 5 stelle. Quando il noto chef di una rinomata rivista si reca al ristorante per recensirlo, Sara/Andrea viene meno agli ordini di Luca, che gli ordina l’aragosta con tartufo, preferendo servire ravioli ripieni e viene così licenziato. Ma il successo del piatto e la critica entusiasta gli impongono di fare un passo indietro. Sara torna a lavorare al ristorante, decide di lasciare Alberto, diventato ormai insopportabile, e si guadagna la stima e l’affetto di tutti. Soprattutto quello di Luca che, in seguito a un bacio rubato, decide di cambiare il nome del ristorante in onore di Andrea, si convince di essere gay e fa persino coming out con lo stupore di tutti i suoi collaboratori, di sua sorella e della sua ex Giada. A quel punto Sara non può più andare avanti e svela a tutti la verità, mollando Luca e il ristorante in uno dei momenti più delicati per la sala. Divertita dalla situazione, Giada propone a Sara di aprire un ristorante insieme e la invita a cena da Chez Piero per ridere della disfatta di Luca e Paola, in evidente difficoltà. Quando una cliente chiede dei ravioli, Sara, nonostante l’opposizione di Luca, si alza e si reca in cucina per preparare il suo piatto forte, salvando la serata a tutti. La mattina successiva, quando è ormai pronta a iniziare una nuova vita a Dubai, Luca si reca da lei e la invita a iniziare una nuova vita insieme.

Episodio: L’ Amore il Sole e le altre Stelle

 Cast : Vanessa Incontrada, Ricky Memphis, Marco Bonini, Chiara Ricci, Anna Ferzetti Durata:  90’

Messa in onda: Rai1 9 gennaio 2019

L’esistenza di Primo e Michela e dei ragazzi di un liceo viene sconvolta da un corso di 8 settimane dedicato alla sessualità. Primo e Michela sono amici fin da bambini perché le loro famiglie si sono sempre frequentate. Primo è figlio di Corinne e Pietro, coppia stabile ma annoiata dalla routine. Michela è figlia di Sabrina e Andrea, coppia in crisi e in procinto del divorzio a causa dei continui tradimenti di lui. I due ragazzi vivono con difficoltà il rapporto con i genitori. Primo viene trattato come un bambino dalla madre e non riesce ad avere un rapporto con il padre, incapace di assolvere al suo ruolo di genitore; Michela vive male la relazione tra i genitori, indecisi se stare insieme o lasciarsi definitivamente.

Stanchi degli atteggiamenti infantili dei loro genitori, i due ragazzi decidono di provocarli, confessando di voler trascorrere insieme la loro prima volta e mandando in crisi il mondo degli adulti. Andrea trema all’ipotesi che la sua bambina possa far un passo tanto importante e cerca di dissuaderla. L’uomo, immaturo e poco credibile, non riesce a firmare le carte del divorzio a sua moglie dalla quale si è da tempo separato, ma con la quale continua ad avere incontri intimi e litiga con Pietro perché lo considera incapace di tenere a bada le pulsioni di suo figlio. Anche Primo mal sopporta il legame tra i suoi genitori dato che la relazione tra i due è a un punto morto. Corinne, infastidita dalle continue mancanze di attenzioni di Pietro, inizia a chattare con uomini diversi, suscitandone nel tempo la gelosia Scoperto il gioco Pietro reagisce male. Corinne decide così di coinvolgerlo, invitandolo a calarsi nei panni di uno sconosciuto con il quale inizia ad avere conversazioni particolari e al quale dà continui appuntamenti in locali della città, ma Pietro non riesce a soddisfare le richieste della moglie e si ingelosisce quando la vede flirtare con altri uomini. Così, mentre i grandi cercano di risolvere i loro problemi di coppia, i ragazzi a scuola discutono di desiderio, sessualità, fedeltà e scelta del partner. Primo e Michela fanno finta di stare insieme e prendono in giro anche tutti i loro compagni di classe, suscitando la gelosia di Ross, migliore amica di Michela, segretamente innamorata di Primo, o la curiosità di Vincenzo, studente di terza, interessato a sfruttare a suo vantaggio la cotta che Michela ha per lui. Ma il gioco si rompe quando Primo invita l’amica a trascorrere un’intera serata fuori di casa con lui perché convinto di avere delle reali speranze, per poi restare deluso dal corso degli eventi. I due litigano e smettono di parlarsi. Il giorno dopo, a scuola, davanti alla prof. e ai loro compagni di classe, Primo e Michela confessano di aver ideato questa bugia per provocare i loro genitori, ma di aver così rovinato la loro amicizia. Dopo aver fatto pace, i due riescono anche a confrontarsi con i loro genitori, invitandoli a prendere coscienza delle proprie scelte. Primo convince suo padre a ritrovare la giusta alchimia con sua madre, mentre Michela convince suo padre a voltare pagina. Appianate le divergenze, le due famiglie si ritrovano di nuovo a pranzo tutti insieme sotto le stesso tetto: Pietro e Corinne più vicini che mai, Sabrina e Andrea alle prese con nuove relazioni e Primo e Michela con il primo bacio e i primi veri sentimenti.

Episodio: Non ho niente da perdere

Cast: Carolina Crescentini, Edoardo Pesce, Sergio Assisi, Ilaria Genatiempo, Ninni Bruschetta, Michele Venitucci, Dario Cassini, Marco Cassini, Margherita Vicario

Durata: 95’

Messa in onda:  Rai1 15 gennaio 2019

Camilla è una donna bellissima, ma è ipocondriaca. Dopo essere stata lasciata dal fidanzato Andrea, si è convinta di essere perseguitata da una strana malattia e si sottopone a continui controlli. L’ultimo esame le impone di aspettare i risultati per 48 ore così si reca in visita da sua sorella Marta e da suo padre Gigi, che dimorano nella storica villa di famiglia. Nel vederla, Marta reagisce male perché non sopporta le manie della sorella e perché impegnata in quel weekend con il matrimonio del figlio del facoltoso imprenditore Marzaduri. Filippo è lì con suo padre, controllato a vista dalla guardia del corpo Ettore, e seguito, passo dopo passo, da un curioso wedding planner. Camilla, in ansia, girovaga per la villa, assaggiando drink e combinando guai. Quando Ettore è costretto ad allontanarsi, lasciando scoperta la protezione, la villa viene messa sotto sequestro dal wedding planner e da tutti gli addetti del catering o meglio da un gruppo di terroristi intenzionati a sequestrare Filippo. Poco prima di isolare la villa, Camilla, nascosta in una delle stanze segrete, riceve l’esito dall’ospedale e scopre di avere un tumore al terzo stadio e pochi giorni di vita. Quello che la donna non sa è che si tratta di un equivoco commesso da un medico distratto che prova subito a rimediare all’errore, inviando una seconda mail. La comunicazione, però, non arriva a destinazione perché la villa viene isolata da Mr Carry e dai suoi uomini. Mentre l’eco-terrorista dai modi affabili  raduna tutti gli invitati in una sola stanza e comincia a trattare le condizioni del riscatto con l’inetto colonnello Guido Bandozzi, un uomo arrogante che ignora i consigli e l’aiuto dello scaltro maresciallo dei carabinieri perché donna, Ettore fa irruzione nella villa e si imbatte in Camilla alla quale chiede supporto. Ma Camilla è troppo presa dalla sua malattia almeno fino a quando Ettore non le fa capire che ormai non ha più nulla da perdere.  I due irrompono nelle stanze segrete della casa, si mettono in contatto con la polizia attraverso un telefonino satellitare, cercano di evitare telecamere e terroristi, ma vengono sorpresi da Mr Carry, in perlustrazione nella villa insieme a un suo uomo e a Marta. Ettore riesce ad avere la meglio su Carry e fugge insieme a Camilla e Marta. I tre si mettono al sicuro e si fermano per riposare. Ettore e Camilla hanno così l’opportunità di confessarsi, scoprendo a turno aspetti dolorosi del loro passato, come l’esperienza in guerra di Ettore e la relazione di Camilla con Andrea. La mattina seguente, Marta raggiunge gli ostaggi e Mr Carry che si è liberato ed è pronto a fare una strage. Camilla sveglia Ettore e lo invita a disinnescare la bomba. Mr Carry abbandona la villa, prendendo in ostaggio Filippo ma Ettore gli sta alle costole. Liberati gli ostaggi, in villa torna anche la rete e Camilla riceve la mail dove scopre di non essere malata. Nonostante la bella notizia, non abbandona Ettore e si mette sulle tracce dei terroristi. I due giungono su una strana isoletta dove scoprono che ad architettare tutto è stato un certo Mr Zenzero. L’uomo è in realtà Andrea, ex di Camilla, ma la mente di tutto è Filippo, interessato a impossessarsi dei soldi del padre. Andrea, armato, spara a Ettore, ma Camilla si mette davanti a lui e viene sfiorata al braccio dal proiettile. A salvare tutti interviene il maresciallo che giunge sull’isola dopo aver messo insieme i tasselli del piano ordito da Mr Carry e dai suoi complici. E mentre l’ordine torna a regnare, Camilla ed Ettore si scoprono innamorati.

Recensione

Dopo il successo delle prime due stagioni, la Rai produce e realizza una terza stagione di “Purché finisca bene”, mini serie tv di soli tre film che hanno come main claim il lieto fine e che si presentano come lungometraggi televisivi dove si affrontano, con un tono leggero, argomenti generici della condizione umana, alle prese con i piccoli problemi della vita di ogni giorno. Diretti tutti da Fabrizio Costa, i tre film sono tre commedie sentimentali che discutono con piglio ironico le difficoltà quotidiane tipiche delle relazioni sentimentali.

Nel primo episodio, “Basta un paio di baffi”, gli attori sono i surreali protagonisti della vicenda che coinvolge Sara, una donna con un grande sogno e pronta a tutto, persino a calarsi nei panni di un uomo con tutto ciò che ne comporta, per realizzarlo. L’episodio, trasmesso il 2 gennaio 2019, esplora l’universo enogastronomico e si ispira al mondo dei talent culinari per raccontare una vicenda all’insegna di odori e sapori, infarcendo il tutto con primi piani e inquadrature dall’alto delle portate realizzate, che aggiungono colore alla vicenda di sfondo. I personaggi sono assolutamente credibili e gli attori si calano perfettamente nei ruoli da interpretare, regalando spessore e simpatia. La regia è secca e pulita, il trucco e i costumi contribuiscono a dare valore aggiunto ai diversi protagonisti, mettendo in risalto le particolari sfumature comiche di ciascun ruolo. Impeccabili Antonia Liskova nel grottesco ruolo di un uomo così come Sergio Assisi alle prese con il processo di trasformazione da play boy a gay, e Marco Bonini nello spassoso ruolo dell’amico gay. A fare da sfondo all’intera vicenda c’è la città di Bari, dove l’episodio è stato girato, con il porto, il mare e gli irresistibili vicoletti, tutti da scoprire.

Il secondo episodio della serie, andato in onda mercoledì 9 gennaio, si intitola “L’amore il sole e le altre stelle”. Il regista Fabrizio Costa cambia scenario e gioca sul talento di attori come Vanessa Incontrada, Ricky Memphis, Marco Bonini (qui calato in un ruolo completamente diverso dai suoi precedenti) Chiara Ricci e Anna Ferzetti per parlare di amore e sessualità tra i giovani adolescenti e tra i giovani quarantenni. Sfruttando come punto di partenza un questionario fornito dalla scuola durante un corso di educazione alla sessualità, il mondo degli adolescenti viene messo a confronto con quello degli adulti. Muovendosi sempre all’interno del genere della commedia sentimentale, il regista riesce a giocare con i personaggi, invertendo i ruoli tra adulti e ragazzi. Se i primi vivono una fase di regressione, scatenata dalla noia e dalla incapacità di assumersi quella responsabilità che il ruolo di genitore impone di avere, presentandosi agli occhi del mondo come “eterni adolescenti” in cerca di qualcosa che appaghi in continuazione il loro ego; i secondi  provano a maturare, cercando di dare alla sessualità e ai sentimenti il giusto peso e provando a insegnare ai loro genitori a fare lo stesso. Nel confronto tra genitori e figli e negli assurdi scenari dei quali si rendono protagonisti, emergono le situazioni più comiche e divertenti che sottolineano l’inettitudine degli adulti, che non ci fanno mai una gran bella figura, e la risolutezza dei più giovani. Seppur inseguendo i canoni tipici della commedia francese, come ben sottolineato da Costa, il film tv cerca di rimanere sul territorio, dando vita a personaggi che attraverso, il carattere, il dialetto e il loro modo di fare si presentano come tipicamente italiani.

A chiudere la vicenda c’è “Non ho niente da perdere”, terzo e ultimo film trasmesso martedì 15 gennaio.. Spassosa commedia degli equivoci con protagonisti una giovane donna ipocondriaca alle prese con il sequestro messo in atto da una banda di eco-terroristi, il film prende come spunto la salute per riflettere sulla ricerca spasmodica del benessere, sul modo migliore per allungare la nostra vita e per rendere l‘ambiente che ci circonda il posto migliore dove vivere. Portando all’estremo queste tematiche, il regista ironizza su due mondi in totale antitesi: quello del puro e semplice profitto e quello più tipicamente naturista. La netta contrapposizione tra questi due estremi dà vita a scenari spassosi e surreali dove i terroristi vegani si oppongono agli industriali senza scrupoli e dando vita a una vicenda che ha il semplice compito di ironizzare su tutte quelle esagerazioni che fanno parte della nostra società. La regia è pulita e lineare e la vicenda procede dritta dall’inizio alla fine senza troppe complicazioni, inserendo nella realtà di Camilla solo le immagini dei ricordi della sua vita precedente con Andrea, con la chiara funzione di tornare utili nel finale per chiudere il cerchio della narrazione. La vicenda è ambientata nella splendida Villa Cimena, maestoso set che ha messo a servizio della storia le sue stanze preziose, il suo tunnel segreto, il parco, le cantine e i magnifici giardini. A chiudere il quadro c’è la svolta sentimentale che vede al centro di tutto Ettore e Camilla, due personaggi segnati a modo loro dal passato burrascoso e finalmente pronti a proiettarsi insieme verso un nuovo futuro.

                                                                        Spett.      Share

Basta un paio di baffi 2 gennaio 2019 5.052.000 21,7%
L’amore, il sole e le altre stelle 9 gennaio 2019 4.570.000 19,7%]
Non ho niente da perdere 15 gennaio 2019 3.625.000 15,2%

 

Marianna Ninni