Il Festival Internazionale del Cinema di Frontiera, che quest’anno festeggia la ventunesima edizione (14/19 settembre), è ormai un appuntamento irrinunciabile in uno dei periodi più belli dell’anno, settembre, dove i profumi estivi lasciano spazio alla pace ed alla tranquillità del borgo. In coincidenza del festival del Cinema di Frontiera, considerato uno degli eventi principali siciliani, la piazza Regina Margherita di Marzamemi diventa la sala cinematografica all’aperto più grande e più a Sud d’Europa.

In un clima di simpatia e di amicizia gli attori e i cineasti vengono a presentare i film e incontrano il pubblico locale e di passaggio dando vita a una grande festa del cinema. Il Festival presenta un cinema indipendente, interculturale, attento ai temi delle frontiere (geografiche, artistiche e culturali) ed al confronto tra i popoli e le culture. Ma come sottolinea il regista Nello Correale,  ideatore e direttore artistico del festival “…un Cinema di Frontiera, inteso non come cinema di periferia o marginale, cascame di un cinema dominante, bensì un cinema che si interroga, che guarda all’altro da sé, aperto al nuovo. Cinema di frontiera inteso nel suo valore simbolico, oltre che geografico nell’accezione più ampia del termine. Frontiera non come limite, confine, ma finestra sull’universo, sugli universi circostanti e opposti. Cinema interculturale che cerca più i caratteri congiungenti tra i popoli che quelli divisori. È questo il Cinema di Frontiera… “.

Il programma completo della manifestazione è consultabile a questo link: http://www.cinefrontiera.it/wp-content/uploads/2021/09/Programma-XXI-Edizione_.pdf